Carrello Visualizza i tuoi ordini Modifica i tuoi dati - iscriviti Vai alla cassa Faq
 Cerca
SUPPORT
Telefono: 340 2389799

*Spese di trasporto e incasso escluse per tutti i prodotti della classifica

*Spese di trasporto e incasso escluse per tutti i prodotti della classifica

MAGAZINE

Attualità



Blu-ray. Caratteristiche tecniche generali


Il Blu-ray Disc (spesso abbreviato in BD) è il supporto ottico proposto dalla Sony agli inizi del 2002 come evoluzione del DVD per la televisione ad alta definizione. Grazie all'utilizzo di un laser a luce blu, riesce a contenere fino a 54 GB di dati, quasi 12 volte di più rispetto a un DVD Single Layer - Single Side (4,7 GB).

Anche se questa capacità sembra enorme un disco da 25 GB può contenere a malapena 2 ore di filmato ad alta definizione utilizzando il tradizionale codec MPEG-2. Per questo motivo, oltre all'utilizzo dei dischi a doppio strato (oltre 50 GB), è stato previsto l'impiego di codec più sofisticati come l'MPEG-4 AVC o il Windows Media Video 9 (standardizzato come VC-1) che permettono in teoria di raddoppiare il fattore di compressione rispetto all'MPEG-2 (quindi dimezzando la richiesta di spazio) senza introdurre apprezzabili artefatti sulla qualità video. Si decise di utilizzare il termine Blu al posto del corretto Blue, in quanto quest'ultima è una parola di uso comune e non sarebbe stato possibile registrare il marchio.
Il primo apparecchio ad aver utilizzato commercialmente questa tecnologia è la PlayStation 3, dopo che il 12 agosto 2004 i produttori impegnati nel progetto Blu-ray dichiararono di aver approvato la versione 1.0 delle specifiche per i dischi BD-ROM.
La presentazione ufficiale del nuovo supporto disponibile per il cinema ad alta definizione è avvenuta il 23 maggio 2006 negli Stati Uniti.

Perchè il formato è chiamato Blu-ray?

Tale nome proviene proprio dal colore del fascio laser blu-violetto impiegato per leggere e scrivere dati sui dischi Blu-ray. Lo standard DVD impiega invece la tecnologia a laser rosso. Il laser blu impiega una lunghezza d’onda più corta di quello rosso e combinato con un’innovativa tecnologia nel campo ottico consente messa fuoco e lettura di un più elevato volume di informazioni su disco.

Qual’è la differenza tra Blu-ray e DVD?

Semplicemente Blu-ray è un formato per l’alta definizione e il DVD uno per la definizione standard. Proprio come l’evoluzione dalla VHS al DVD, il formato Blu-ray ha ricevuto un ampio consenso dalle aziende di cinema, elettronica di consumo e d’informatica ed è visto come successore del formato DVD. Blu-ray rappresenta un grande balzo di qualità in termini di immagine a suono, interattività avanzata consentendo tutta una nuova esperienza in ambito film, giochi e musica.

Quanto stanno vendendo i titoli Blu-ray?

Attualmente hanno superato le vendite di HD DVD. Proiezioni settimanali indicano un rapporto di 3 a 1 in favore di Blu-ray

Quali i vantaggi di Blu-ray rispetto a HD-DVD?

Il disco Blu-ray è superiore all’HD DVD su numerosi punti chiave:
• Maggiore capacità d’immagazzinamento dati pari al 67% in più per ogni strato rispetto ad HD-DVD.
• Sino alla fine del 2006 i lettori Blu-ray hanno offerto l’uscita video con risoluzione 1080p mentre quelli HD-DVD solo 1080i.
• Elevato livello d’interattività – impiegando BDMV e la tecnologia BD-JAVA, inclusa navigazione menù durante la visione del programma principale, accesso in tempo reale a commenti, grafica superimpose e funzionalità Internet.
• Solo Blu-ray ha il pieno supporto da parte delle major di Hollywood, aziende di elettronica di consumo, computer, videogiochi e musica.
• Sempre più appoggio da parte degli studios. A dicembre 2006: Tutti i maggiori studios di Hollywood tranne Universal hanno pubblicato titoli Blu-ray. Solo Universal, Warner e Paramount hanno pubblicato titoli in HD DVD. Fox, Disney (BVHE), Sony, MGM e Lionsgate hanno realizzato UNICAMENTE titoli in Blu-ray. Warner e Parmount hanno realizzato opera in entrambi i formati.
•Elevata durata nel tempo, Blu-ray impiega un nuovo strato protettivo che evita i danni provocati dai graffi.

Posso vedere i miei DVD su di un lettore Blu-ray?

Si. I lettori Blu-ray sono retrocompatibili con gli attuali DVD. In effetti i nuovi lettori Blu-ray sono in grado di riscalare il segnale video standard dei DVD verso risoluzioni prossime a quelle dell’alta definizione, aumentando il piacere della visione.

Di cosa ho bisogno per vedere i dischi Blu-ray?

Qui di seguito tre ipotesi d’impianto, da quella base alla migliore. Tipico: il setup minimo prevede un lettore Blu-ray e un monitor o videoproiettore “HD Ready” Intermedio: Viene affiancato all’impianto tipico anche un sistema completo 5.1 canali audio Dolby Digital e DTS. Migliore: Il numero di canali audio aumenta a 7.1 attraverso una configurazione che prevede due canali audio posteriori supplementari.

Perchè non tutte le funzionalità e i contenuti speciali sono utilizzabili su tutti i player Blu-ray attualmente in commercio?

I Blu-ray BVHE sono realizzati con la più elevata qualità possibile, ciononostante è possibile che un disco più recente rispetto al relativo player possa avere alcune incompatibilità. In alcuni casi è sufficiente un aggiornamento dei programmi (firmware) che gestiscono il player per risolvere l’inconveniente. Per sfruttare a pieno i contenuti dei dischi Blu-ray occorre verificare che il produttore hardware abbia disponibile il relativo aggiornamento e in tale caso contattarlo per ricevere le debite istruzioni a riguardo.

Con l’arrivo dei primi player compatibili sia Blu-ray che HD DVD andrà finalmente a concludersi la ‘guerra degli standard’? Come è stato detto più volte, crediamo sia il contenuto a favorire l’adozione del formato in alta definizione. Con questo in mente, facendo caso al significativo vantaggio che Blu-ray ha da sempre grazie all’appoggio di ben otto major di Hollywood, non crediamo che un player a doppio standard sia effettivamente necessario. Detto questo, ogni player bi-standard è comunque un player Blu-ray che sfrutterà maggiormente tale formato piuttosto che il concorrente vista la notevole superiorità in titoli. In ultima analisi player di questo tipo, ricevendo il giusto consenso di vendita, non faranno altro che accelerare il successo di Blu-ray sul mercato.

Come cambierà la ‘guerra degli standard’ ora che Warner ha annunciato il formato ibrido “Total HD” con lo stesso programma disponibile su di un unico disco nei due formati Blu-ray / HD DVD?

Siamo a conoscenza di tale tecnologia ma la questione riguarda i singoli studios hollywoodiani sempre che decidano di indagare su di un suo eventuale impiego. Attualmente sette dei maggiori studios hollywoodiani pubblicano i propri titoli in Blu-ray. L’ampiezza e la qualità nei contenuti del Blu-ray è ciò che BVHE crede essere il fattore determinante del successo commerciale dal momento che non intende pubblicare le proprie librerie in nessun altro formato in alta definizione.

Links correlati:

Film Blu-ray, Blu-ray vergini

[Data creazione: 24/05/2007 - Data ultima modifica: 24/05/2007]